Essicatori

essiccatori professionali ad AREZZO

Gli essiccatori, generalmente usati in coppia con i compressori, sono utilizzati per "seccare" l'aria: infatti il compressore, nel momento in cui incamera aria, ingloba allo stesso tempo anche umidità che, con l'aumento della pressione, cambia stato e si trasforma in acqua.

L'evoluzione dell'essiccazione

Col progresso tecnologico, non solo le dimensioni di queste attrezzature sono andate via via riducendosi, permettendo una maggiore maneggevolezza e praticità da parte del possessore, ma anche i rumori emessi sono nettamente meno invasivi, a livello di inquinamento acustico.

Oggi il processo di produzione di aria compressa non consiste solo nella produzione di aria, ma anche nel rispetto di determinati criteri di purezza. Essendo uno dei componenti dell'aria atmosferica è possibile trovare umidità sotto forma di condensa e/o vapore nei sistemi di distribuzione di aria compressa e nelle macchine che la utilizzano. Per rimuovere la condensa ed il vapore, l'ABAC propone una gamma completa di essiccatori a refrigerazione che garantiscono l'ottenimento di un'aria compressa perfettamente deumidificata e il mantenimento di un'efficienza costante.

Essiccatore a rotazione i.HOC

Rigenerazione a flusso totale

Per il processo di rigenerazione i.HOC sfrutta il 100% dell’aria compressa calda del secondo stadio di compressione. In questo modo il potenziale di umidità da eliminare è maggiore rispetto a quegli essiccatori che impiegano solo un flusso parziale di rigenerazione – in particolare con il compressore a carico parziale e temperature elevate del liquido di raffreddamento.

Essiccazione a tutto campo 

I vantaggi della rigenerazione a flusso totale sono evidenti in particolare con l’aumentare delle temperature del fluido di raffreddamento. Gli essiccatori a rotazione KAESER danno ottimi risultati anche senza che l’aria di rigenerazione sia sottoposta a un ulteriore riscaldamento elettrico.

Affidabile in qualsiasi circostanza

Il controllo intelligente dell’essiccatore i.HOC garantisce la stabilità del punto di rugiada anche in caso di portate variabili e con il compressore a carico parziale. Il punto di rugiada impostato è ottenuto già dopo una singola rotazione del tamburo.

Tamburo di precisione

La sostanza essiccante a base di gel di silice è incorporata in un tamburo di elevata precisione ed eccentricità, grazie al quale si possono evitare errori di flusso all’interno dell‘essiccatore e le conseguenti fluttuazioni del punto di rugiada.

Separazione esterna della condensa

i.HOC utilizza l’ultra-efficiente separatore di condensa a valle dello scambiatore di calore del secondo stadio, per separare all’esterno dell‘essiccatore la condensa accumulata nel processo di rigenerazione. In questo modo si protegge il tamburo dai danni prodotti dalle gocce d’acqua.
Per ulteriori informazioni sui nostri sistemi per l'essiccazione, 
chiamare al +39 0575 380168
Share by: